ecologia domestica quotidiana
<


In una città grande come Roma dove ci si muove a fatica, dove si respira non più aria ma composti chimici, dove la gente si barcamena tra il proprio posto di lavoro, il centro commerciale, la propria abitazione, si può fare una scelta diversa. Mollare tutto e tornare alle origini, al contatto con la natura. E’ quello che ha fatto un collega….ormai ex di mio marito.

Paolo ha 29 anni e ha deciso di lasciare il suo vecchio e stresssante lavoro come consulente informatico per seguire cio che la sua famiglia faceva da tanti anni; l’apicoltura.

Nel 1924 il suo bisnonno decise di mettere 2 famiglie di api in umbria; suo nonno e suo padre l’hanno seguito in questa passione che alla fine ha contaggiato anche Paolo che ha iniziato a conoscere le api da quando aveva 4 anni.

Il cambiamento è stato drastico dal comodo ufficio alla dura giornata in campagna con le cassette delle api da controllare periodicamente e il lavoro di dover pensare a tutto, dalle strategie aziendali a dare lo straccio per terra tutti i giorni, dai contatti con i clienti al facchinaggio spezzaschiena.
Ci sono molte difficolta tra cui la gestione economica per far decollare l’ azienda.

Mediamente col il precedente lavoro di consulente informatico ci dice Paolo, l’orario era dalle 8 alle 10 ore al giorno;la cosa drammatica non era il tempo dedicato al lavoro, bensì le modalità lavorative: stress, criticità continue, mancati pagamenti, continui cambi di azienda.
Ora da apicoltore Paolo vive meglio il rapporto con il suo lavoro, anche se l’ impegno in termini di tempo, lo coinvolge spesso anche i week-end.

In effetti è stato prioprio una di queste domeniche che l’ho abbiamo incontrato nella sua azienda. Anche se sommerso di lavoro il suo entusiasmo e il suo amore per questi piccoli e preziosi animali ci ha coinvolto. C’è molta passione nei suo gesti anche mentre parla con noi lui continua a lavorare e a spiegarci la vita delle api e di quelle persone che decidono di lavorare con questi infaticabili insetti.

E’ una grande soddisfazione riuscire a fare qualcosa con la natura sempre così generosa con noi.

Riferimenti: ecoweb

23 Maggio 2007 at 09:35 e taggato ,


I commenti sono chiusi