ecologia domestica quotidiana

Salve oggi vi vorrei parlare di quanto è importante l’igiene orale e quanto influenzi la salute del corpo.

Le informazioni che scriverò in questo post sono solo frutto di esperienze e riflessioni personale,  di colloqui dal dentista e dal medico di famiglia e ricerche sul web

Un po’ di settimane fa stavo vedendo in tv un documentario sull’Egitto e i suoi faraoni, mi colpì la storia di Ramesse II, il più longevo dei faraoni che visse per 85 anni. Mi meravigliai che a quell’epoca un uomo potesse vivere così a lungo ma ciò che destò la mia curiosità fu la causa della sua morte. Gli studiosi presenti in quel documentario analizzarono con le piu moderne e sofisticate tecniche medico scientifiche la mummia antica del grande re, e trovarono che morì per un’infezione fatale che ebbe origine da un ascesso ai denti e che intaccò i tessuti del cuore http://www.mezzofanti.altervista.org/gite/museo_egizio/ramesse.html

   

 

Mi sono subito fatta dei pensieri concatenati. Sia mio padre che mia madre hanno seri problemi cardiaci, eppure per il resto non hanno altri disturbi, non sono mai stati sovrappeso anzi sono tuttora magri, hanno sempre mangiato cibi sani. Eppure tutti e due hanno cominciato ad avere problemi quando la loro dentatura si è cominciata a rovinare. Mio padre ha iniziato presto verso i 40 anni, io ero piccola e ricordo le sue corse dal dentista che finivano sempre con una estrazione del dente. Dico la verità i miei non hanno mai brillato per l’igiene orale credo di non averli mai visti usare il filo interdentale, il collutorio e tanto meno fare la pulizia dei denti e poi visite dal dentista solo quando ormai era tardi. Inoltre mio padre ha fumato per circa 35 anni smettendo poi di botto proprio a 40 anni ( altro punto a sfavore della salute dei denti e della salute in generale). Per quanto riguarda mamma lei aveva una dentatura molto più forte ma verso i 70 anni ha cominciato anche lei con le estrazioni e verso gli 80 ecco insorgere i problemi cardiaci.  Pochi anni fa quando la portai a fare un controllo cardiaco i tecnici che stavano effettuando l’eco color doppler su mamma cominciarono ad agitarsi e mi chiamarono per dirmi che c’erano delle consistenti patologie valvolari dovute ad infiammazioni che sicuramente venivano dai denti. Anche mio padre è stato affetto da grave patologia valvolare che lo ha portato alla sostituzione chirurgica della valvola.

Queste coincidenze mi rimbalzano nella mente. La bocca è un entrata sempre aperta verso l’interno del nostro corpo, il cibo e le bevande che immettiamo, i farmaci, l’aria che respiriamo, i contatti fisici…. tutto è costantemente a minaccia della bocca e del nostro corpo.

Allora via dal dentista per un controllo tanto lo dovevo fare ma ho un po’ anticipato. E li mi crollano le braccia. IO che vado sempre ai controlli e faccio annualmente la pulizia dentale eccomi a sentire dal mio dentista che ho un po’ di abbassamento gengivale. Lui però nota che questo abbassamento è solamente sulla parte sinistra della bocca e piu evidente nell’arcata inferiore. Mi chiede che tipo di spazzolino uso e se sono destra. Si sono destra e uso uno spazzolino a setole dure. Ahhhh ecco il problema, mi consiglia di cambiare spazzolino con uno a setole morbide. Io poi ha casa ho approfondito e trovato tante notizie utili sulla “recessione gengivale” la sua prevenzione, la sua cura, i rimedi naturali.

Si comincia appunto dalla scelta dello spazzolino che deve avere un manico antiscivolo e la punta con le setole non molto grande e affusolata

questo è quello che uso io, notare il particolare delle setole

 

veniamo al dentifricio. I normali dentifrici hanno generalmente come primo ingrediente l’acqua e subito dopo uno zucchero, di solito sorbitolo. Ma diavolo io cerco di lavarmi i denti da zuccheri e altre schifezze e per lavarli uso lo zucchero?!?!?!?

scegliere un buon dentifricio con ingredienti naturali e SENZA ZUCCHERI  è a questo punto fondamentale. Inoltre se si leggono gli altri ingredienti c’è anche li da spaventarsi…date una occhiata al sito biodizionario.it . Ecco cosa uso io senza fare pubblicità.

quindi c’è il filo interdentale. Io ne ho trovato uno molto buono, più efficace e delicato, in pratica differisce da quello tradizionale nel fatto che quando non è teso si vede che è composto da fibre sottilissime che sono allargate a fomanre un filo di un paio di millimetri, rispetto al tradizionale che è proprio un filo. Quindi lo si tende per farlo passare tra lo spazio interdentale e poi lo si rilascia e allargandosi e ammorbidendosi pulisce una superficie più ampia e con più delicatezza

ecco poi la volta del collutorio, e qui vado con la mia ricettina personale:

300 ml di acqua distillata

mezzo cucchiaino da caffè di bicarbonato di sodio

5 gocce di trea tree oil

2 gocce di olio di semi di pompelmo

riduce gli acidi che si formano nella bocca, rinfresca l’alito, cura le infiammazioni gengivali, ha effetto antibatterico

 

ed ecco la cosa più importante che nessuno vi dice mai….COME LAVARSI I DENTI. ho trovato questo video perfetto

Video importato
Download Video

fate seguire ad una quotidiana e costante igiene orale un controllo annuale dal dentista, da fare ogni sei mesi dopo i 40 anni

qui link per i rimedi naturali alla recessione gengivale

venite a cercarmi su   ecologia domestica

BUONA SPAZZOLATA

25 Febbraio 2015 at 14:11 e taggato , , , , , , ,  | Commenti disabilitati | Permalink